I dodici periodi del Ciclo Stagionale

I dodici periodi del Ciclo Stagionale

I dodici periodi del Ciclo Stagionale

Il Ciclo Stagionale rappresenta, simbolicamente, una mappa psicologica del nostro percorso evolutivo formato da dodici tappe, i Periodi Stagionali, che facilitano l’autoconoscenza e migliorano l’efficacia dei nostri personali cicli di coltivazione.

I dodici periodi del Ciclo Stagionale

Ognuno di noi tende ad avere una Stagione preferita ma tutte e quattro, se onorate, offrono doni, opportunità e balsami per l’anima.

Se vissuto come una mappa psicologica, infatti, il Ciclo Stagionale ci aiuta non solo ad approfondire la conoscenza del nostro mondo interiore, ma anche a percorrere con maggiore consapevolezza l’anno rispettando la continua danza tra la fase dell’espansione, che ci spinge a manifestarci all’esterno e a vivere nel mondo concreto delle forme, e la fase della contrazione che, al contrario, ci spinge a volgerci verso l’interno e a vivere nel mondo impalpabile dell’intuito. È un continuo passaggio tra fuori e dentro, tra esteriorità ed interiorità, tra estroversione ed introversione, tra fare ed essere. E in ogni fase del Ciclo Stagionale non è possibile restare uguali perché cambiano le necessità del corpo, gli interessi, il modo di pensare, il modo di agire, il modo di percepire se stessi e gli altri.

È probabile che, se ti sei mai interessato alla simbologia del Ciclo Stagionale, finora tu abbia  sempre trovato proposte e spiegazioni inerenti gli aspetti simbolici delle Quattro Stagioni, dei Quattro Archetipi Stagionali (Fanciulla, Madre, Anziana, Strega) e delle Otto Feste della Ruota dell’Anno (Yule, Imbolc, Ostara, Beltane, Litha, Lughnassad, Mabon, Samhain).

Però, ti invito a questa riflessione: ti sei mai chiesto perché il dodici sia il numero chiave di diverse simbologie? Dodici, infatti, sono ad esempio i Segni Zodiacali, le Costellazioni, gli Archetipi del Viaggio dell’Eroe, le Fatiche di Ercole, i Cavalieri della Tavola Rotonda, gli Apostoli di Gesù, i principali Dei dell’Olimpo, i Mesi dell’Anno, le Ore del Giorno e della Notte.

Il dodici è considerato uno dei numeri più sacri, quello del completamento di un ciclo e del raggiungimento di un elevato livello di comprensione e di saggezza. Proprio per questo, nel considerare i dodici Periodi Stagionali hai la possibilità di fare un ulteriore passo in avanti rispetto la tua crescita interiore e la coltivazione dei tuoi “semi-obiettivo”.

Quello che ti fa compiere il Ciclo Stagionale, di fatto, è un percorso evolutivo formato da dodici tappe, i Periodi Stagionali per l’appunto (tre per ogni Stagione), suddivise in quattro macro fasi, le Stagioni. Passo dopo passo queste dodici tappe ti aiutano a mantenere le tue azioni e le tue riflessioni focalizzate su dei temi specifici. Ogni Periodo, infatti, ha una sua precisa funzione psicologica e, nell’osservare una Stagione attraverso i suoi Periodi, hai la possibilità di andare ancora più a fondo rispetto la sua dimensione simbolica.

Ma vediamo più da vicino questi dodici Periodi Stagionali iniziando da quelli primaverili:

IL PERIODO DEL RISVEGLIO (21 marzo/20 aprile)

Funzione psicologica: INIZIARE
Dimensione stagionale. È l’inizio della Primavera, il momento in cui avviene la ripresa vegetativa e tutto si risveglia al nuovo ciclo vitale.
Dimensione interiore. È il momento favorevole per trasformare in realtà le tue intenzioni. Ora, quindi, è necessario fare leva sul tuo fuoco interiore per dare inizio al “nuovo” (qualunque sia: un nuovo progetto, un nuovo lavoro, una nuova casa ecc.) accettando il rischio di fare un primo passo concreto.

IL PERIODO DELLA CRESCITA (21 aprile/20 maggio)

Funzione psicologica: CONSOLIDARE
Dimensione stagionale. È il culmine della Primavera, il momento della crescita della vegetazione in cui tutto sboccia a nuova vita e il verde ritorna ad essere il colore predominante. Ora si fa impellente la necessità di nutrirsi e di crescere.
Dimensione interiore. È il momento di nutrire con pazienza il “nuovo” assicurandoti di radicarlo ad un terreno solido e sicuro. È necessario, pertanto, avere le idee chiare, essere perseverante ed agire sul piano pratico in modo organizzato.

IL PERIODO DELLA FIORITURA (21 maggio/20 giugno)

Funzione psicologica: ESPANDERE
Dimensione stagionale. È il momento di transizione tra la Primavera e l’Estate, quello della fioritura e dell’impollinazione, in cui la Natura è impegnata a portare a compimento la prima maturazione dei frutti.
Dimensione interiore. È il momento in cui rafforzare quanto seminato aprendoti con curiosità a idee, conoscenze, relazioni, alleanze ecc. per cogliere le diverse possibilità a tua disposizione e rendere più efficace il tuo piano di coltivazione personale.

IL PERIODO DELLA FRUTTIFICAZIONE (21 giugno/21 luglio)

Funzione psicologica: PROTEGGERE
Dimensione stagionale. È l’inizio dell’Estate e il mondo naturale, in cui è all’opera l’istinto di protezione e di nutrimento, è al culmine del suo sforzo di maturazione dei primi frutti.
Dimensione interiore. È il momento di proteggere il “nuovo” che stai coltivando e prepararti a farlo giungere a piena maturazione. Ora, quindi, devi restare focalizzato e non perdere la pazienza.

IL PERIODO DELLA MATURAZIONE (22 luglio/21 agosto)

Funzione psicologica: RICONOSCERE
Dimensione stagionale. È l’apice del periodo estivo, quello in cui i frutti giungono a piena  maturazione e la Natura elargisce con generosità la sua abbondanza.
Dimensione interiore. È il momento di celebrare i primi risultati ottenuti, qualunque essi siano e, concedendoti una pausa dall’abituale routine di impegni, fare mente locale sui prossimi passi da compiere per proseguire il tuo piano di coltivazione.

IL PERIODO DEL RACCOLTO (22 agosto/21 settembre)

Funzione psicologica: CONSERVARE
Dimensione stagionale. È il momento che prepara e precede il ciclo autunnale, quello in cui si fa una valutazione meticolosa su come immagazzinare e conservare il raccolto nel tempo e preservarlo, quindi, da ogni possibile contaminazione.
Dimensione interiore. È il momento in cui, dopo il riposo estivo, trasformare i frutti raccolti finora in qualcosa di sostanzioso in modo da avere “nutrimento” nella stagione invernale in cui tutto subirà un brusco rallentamento. Devi, pertanto, analizzare nel dettaglio cosa hai bisogno di assimilare e cosa, invece, puoi eliminare.

IL PERIODO DEL RIEQUILIBRIO (22 settembre/22 ottobre)

Funzione psicologica: BILANCIARE
Dimensione stagionale. È l’inizio dell’Autunno, momento in cui si completa la maturazione dei frutti più tardivi, nelle botti fermenta il vino e la Natura, che si riempie di sfumature cromatiche calde, si prepara a ricevere le sementi.
Dimensione interiore. È il momento in cui ridefinire un nuovo equilibrio ed iniziare a prepararti per il viaggio introspettivo rivolgendoti più all’essere che al fare. Dopo aver provveduto nel Periodo precedente a conservare il raccolto, adesso devi scegliere il seme migliore da far sopravvivere.

IL PERIODO DELL’INTROSPEZIONE (23 ottobre/22 novembre)

Funzione psicologica: SONDARE
Dimensione stagionale. È il cuore della stagione autunnale, il momento in cui il raccolto è terminato e la terra, inumidita dalle frequenti piogge, riceve le sementi.
Dimensione interiore. È il momento della trasformazione profonda, quello in cui, per accogliere bene il nuovo seme, guardarti dentro senza remore per riflettere su quanto avvenuto, mettere ordine nella tua vita e confrontarti con gli aspetti di te che richiedono ascolto ed attenzione.

IL PERIODO DEL RIPOSO (23 novembre/21 dicembre)

Funzione psicologica: SEDIMENTARE
Dimensione stagionale. È il tardo Autunno che sconfina nell’Inverno, tempo di raccoglimento e di silenzio nel quale i semi, protetti nella profondità del terreno, iniziano il processo di germinazione e di adattamento al nuovo ambiente.
Dimensione interiore. È il momento di raccoglierti in te stesso per sanare le ferite, tirare le fila del viaggio introspettivo intrapreso nel Periodo precedente e conservare al caldo quanto “seminato” per permettergli di assestarsi bene.

IL PERIODO DEL RINNOVAMENTO (22 dicembre/20 gennaio)

Funzione psicologica: SVELARE
Dimensione stagionale. È l’inizio della stasi invernale, il momento più difficile in cui ogni creatura si difende dalla morsa del gelo riducendo al massimo ogni attività.
Dimensione interiore. È il momento in cui, oltre a riflettere sull’anno appena passato, aprirti con ricettività al tuo mondo interiore affinché la visione del tuo prossimo futuro possa rivelarsi e indicarti la strada da seguire nel nuovo Ciclo Stagionale.

IL PERIODO DELLA PURIFICAZIONE (21 gennaio/20 febbraio)

Funzione psicologica: RISANARE
Dimensione stagionale. È il momento della crescita sotterranea, quella in cui il seme ha fatto spuntare le sue radici e si prepara ad emergere dal terreno alla ricerca di una strada verso la luce.
Dimensione interiore. È il momento di bonificare il tuo terreno di vita in vista della nuova semina liberandolo da tutto ciò che ti blocca, ti condiziona e ti rallenta, sul piano materiale, fisico e psicologico.

IL PERIODO DELLA SEMINA (21 febbraio/20 marzo)

Funzione psicologica: INTERRARE
Dimensione stagionale. È il momento di transizione tra la fine dell’Inverno e le prime avvisaglie della Primavera, quello in cui la Natura si prepara al risveglio vegetativo.
Dimensione interiore. È il momento in cui chiudere serenamente il Ciclo Stagionale che volge al termine e fare mente locale sui nuovi semi-obiettivo da iniziare a coltivare con l’arrivo della Primavera.

L’Angolo dello Psicogiardinaggio

Ecco, per ognuno dei dodici Periodi Stagionali, una domanda chiave da cui puoi iniziare la tua riflessione:

  • Periodo del Risveglio: Quale rischio accetto di correre per fare un primo passo verso il “nuovo” (un nuovo progetto, un nuovo lavoro, una nuova relazione…) che vuole sbocciare nella mia vita?
  • Periodo della Crescita: Come intendo nutrire il “nuovo” germogliato nel periodo precedente e fargli sviluppare solide e profonde radici?
  • Periodo della Fioritura: Quali opportunità posso cogliere e quale aiuto posso chiedere per rafforzare il “nuovo”  che  sta crescendo nella mia vita?
  • Periodo della Fruttificazione: Come posso far giungere a piena maturazione quello che sto coltivando nella mia vita?
  • Periodo della Maturazione: Come posso celebrare ed onorare, mantenendo sempre il giusto equilibrio, i primi risultati raggiunti? 
  • Periodo del Raccolto: Quali nuove consapevolezze ho maturato finora e come posso trasformale in buon “nutrimento  interiore”? 
  • Periodo del Riequilibrio: Di cosa devo liberarmi per proseguire il mio viaggio e favorire il mio benessere e il mio equilibrio?
  • Periodo dell’Introspezione: Come posso predispormi al viaggio introspettivo per accogliere al meglio la nuova “intenzione-seme” che, in Primavera, darà inizio ad un mio nuovo ciclo creativo?
  • Periodo del Riposo: Come posso stare di più con me stesso e concedermi un autentico riposo rinnovatore?
  • Periodo del Rinnovamento: Cosa ho maturato nell’anno appena trascorso e quale nuova “rivelazione” si sta facendo strada dentro di me?
  • Periodo della Purificazione: Quale pulizia devo attuare per preparare il mio “terreno esistenziale” a ricevere nuova vita?
  • Periodo della Semina: Quale piccolo passo devo compiere per interrare come si deve i miei nuovi “semi-obiettivo”?

Quello che ti ho fornito qui è solo un piccolissimo assaggio della simbologia dei dodici Periodi Stagionali. Nel percorso annuale La Danza delle Stagioni che partirà a marzo, infatti, vedremo nel dettaglio i compiti/riflessioni su cui ogni Periodo di invita a restare focalizzato e le domande guida per trovare le tue risposte. Ma ci saranno anche spunti sugli Archetipi Stagionali, sulle Feste della Ruota dell’Anno, sul vivere uno stile di vita stagionale in accordo con la vita moderna, sulla connessione al paesaggio stagionale (e anche degli eBook omaggio!).

I dodici periodi del Ciclo Stagionale ultima modifica: 2019-02-05T16:28:41+02:00 da pameladalisa