Ridare valore alla propria sostenibilità personale

Ridare valore alla propria sostenibilità personale

Ridare valore alla propria sostenibilità personale

Così come la Terra ha bisogno di sostenibilità ambientale, tu hai bisogno di sostenibilità personale per mantenere in equilibrio il tuo benessere psicofisico e agire nel mondo con consapevolezza.

Ridare valore alla propria sostenibilità personale

Introdotto durante la prima conferenza sull’ambiente tenuta dall’ONU nel 1972, il concetto di sostenibilità ha subito nel tempo un’evoluzione considerando, oltre alla dimensione ambientale, anche quella economica e sociale. Viene inteso come sostenibile, quindi, quello sviluppo in grado di assicurare a chi vive adesso nel pianeta il soddisfacimento dei propri bisogni senza, tuttavia, compromettere la possibilità delle generazioni future di fare altrettanto.

Il concetto portante alla base dell’idea di sostenibilità è che le risorse della Terra non possono essere sfruttate come se non ci fosse un domani né, tantomeno, danneggiate con noncuranza. Non si tratta di un modello che vuole opporsi alla crescita ma, piuttosto, perseguire uno sviluppo capace di rispettare e usare con saggezza le risorse a disposizione dalle quali dipende, anche se spesso ce ne dimentichiamo, la nostra sopravvivenza.

Prima di parlare di sostenibilità ambientale, però, è necessario parlare di sostenibilità personale, un concetto oggi poco diffuso o, erroneamente, usato come sinonimo di sostenibilità ambientale. Nella Terra esistono molti ecosistemi, ossia unità ecologiche costituite da componenti non viventi ed organismi viventi, vegetali ed animali, in grado di interagire tra di loro e di adattarsi all’ambiente in cui si trovano. Ma nella Terra ci sei anche tu, un ecosistema unico ed inimitabile che, proprio come gli ecosistemi naturali, ha bisogno del suo equilibrio per funzionare bene.

Quando tu stai bene e conduci un’esistenza che riflette il tuo vero modo di essere e i tuoi più profondi bisogni, non inquini l’ambiente che ti circonda con la tua “immondizia interiore” e maggiore sarà la tua stabilità, maggiori saranno, proprio come avviene negli ecosistemi ecologici, le tue capacità di gestire tutti quei fattori, interni ed esterni, che tendono ad alterare lo stato del tuo equilibrio psicofisico.

Non stai vivendo in modo sostenibile sul piano personale se:

  • Non persegui il tuo benessere fisico, psicologico e spirituale
  • Opponi resistenza al cambiamento sprecando inutilmente energia
  • Non soddisfi i tuoi più vitali e profondi bisogni psicofisici
  • Non fai scelte consapevoli guidate dai tuoi valori
  • Non pratichi una costante e paziente “coltivazione” del tuo mondo interiore
  • Ti chiudi verso lo scambio con le altre forme di vita, umane e non umane
  • Dedichi gran parte del tuo tempo ad attività che ti stressano, ti demotivano, ti annoiano
  • Non ti assumi la responsabilità delle tue decisioni e delle tue azioni
  • Non metti le tue potenzialità a servizio del bene comune

Il percorso verso una piena sostenibilità personale inizia dal comprendere cosa per te è davvero sostenibile nella tua vita e, poi, dall’attuare comportamenti ed azioni che concretizzino nella quotidianità la tua visione di sostenibilità. Si tratta di un percorso di riequilibrio, naturalmente, che evolverà insieme a te e che, se intrapreso con impegno, ti permetterà di perseguire mete davvero in linea con il tuo naturale modo di essere.

A differenza della sostenibilità ambientale che ha una definizione ben precisa, però, rispetto la sostenibilità personale non è possibile dare una definizione che vada bene per tutti proprio perchè, riguardando la tua dimensione personale, deve essere adattata alle tue caratteristiche, ai tuoi valori, ai tuoi bisogni, alla tua cultura, a ciò che per te ha davvero senso e significato. Non esistono, perciò, definizioni sbagliate, ma solo definizioni “su misura”.

Naturalmente sostenibilità personale ed ambientale sono interconnesse, perché non possiamo pensare di condurre un’esistenza sostenibile sul piano individuale all’interno di un Ecosistema Terra in profondo disequilibrio. Prova a pensare ad una famiglia. Si tratta di un piccolo ecosistema che per mantenere la sua stabilità ha bisogno che ogni singolo membro stia bene e interagisca con gli altri membri in modo salutare.

Ritrovare la tua sostenibilità personale quindi, al cui centro c’è la qualità della tua vita quotidiana e del tuo livello di benessere, è fondamentale per garantire la sostenibilità dell’intero pianeta e quando inizi a prendertene davvero cura ti offri nel contempo la possibilità di diventare un Custode della Terra propositivo ed appassionato.

L’Angolo dello Psicogiardinaggio

Inizia a riflettere sul concetto di sostenibilità personale, di cui ti parlerò ancora, chiedendoti:

  • Cosa significa, per me, sostenibilità personale?
  • Qual è la mia sostenibilità personale ideale?
  • Cosa nella mia vita non è più sostenibile?
  • Come posso ricominciare ad essere più sostenibile nella mia quotidianità?
  • Come posso soddisfare i miei veri bisogni senza compromettere il mio benessere psicofisico?
  • Cos’è che mi fa davvero sentire in armonia con me stesso e con il mondo che mi circonda?
Ridare valore alla propria sostenibilità personale ultima modifica: 2019-05-20T09:34:52+02:00 da pameladalisa